Emotus si propone di:

  • Offrire servizi psicologici tradizionali ed innovativi di alta qualità
  • creare spazi di incontro e sinergia tra discipline scientifiche differenti (medicina, psicologia, psicofisiologia, posturologia, fisioterapia, scienza della nutrizione, arti-terapie, ecc…) le quali, attraverso “punti di ingresso” e metodologie differenti, tutte concorrano sinergicamente alla promozione della salute intesa come realtà plurideterminata bio-psico-socio-esistenziale
  • portare le conoscenze psicologiche al di fuori degli stretti ambiti privati del setting psicoterapeutico, attraverso la creazione di laboratori creativi di interscambio tra sapere psicologico e contributi provenienti da altre discipline
  • promuovere una cultura che riporti “le persone” al centro dell’indagine e dell’intervento psicologico

 

Emotus si fonda sui seguenti valori:

Visione complessa bio-psico-socio-esistenziale della salute

L’essere umano esiste – ed è leggibile – a diversi livelli, tutti fondamentali e insopprimibili, i quali sinegricamente concorrono, attraverso complesse relazioni reciproche, alla dimensione della “salute” (livello biologico della corporeità, livello psicologico dell’identità personale, livello socio-relazionale dell’incontro tra persone, livello esistenziale del senso e del significato dell’”esser-ci”). Ne deriva una metodologia di promozione della salute che agisca sinergicamente su ciascuno di questi livelli, promuovendone l’integrazione.

 

Importanza della dimensione corporea

Sulla scia della bioenergetica Loweniana (Società Italiana di Analisi Bioenergetica) e in accordo con i moderni sviluppi della psico-neuro-fisiologia (Teoria Polivagale di Stephen Porges), il coinvolgimento attivo della dimensione corporea risulta essere un elemento centrale e imprescindibile sia nel processo psicoterapeutico che nella promozione della salute a qualsiasi livello intesa.

 

Centralità della relazione

Sede, fonte e culmine, nonché fulcro di ogni processo di trasformazione umana è la relazione. A partire dall’interazione primaria tra madre e feto/bambino, la stessa identità personale si forma ed emerge nelle - e dalle - relazioni interpersonali che costituiscono le esperienze fondanti del nucleo identitario, di “essere-con” , di “esser-ci con” l’altro.

Sede naturale d’elezione di ogni forma di cambiamento è dunque la relazione. Il cambiamento è un incontro relazionale.

 

Recupero degli aspetti esistenziali

La psicologia ha il dovere etico-professionale di ri-includere all’interno della sua area di ricerca e di intervento la dimensione esistenziale, la quale caratterizza costituzionalmente e strutturalmente l’essere umano. Tale aspetto centrale dell’esperienza umana, estromesso storicamente dall’area di interesse delle scienze psicologiche da parte della cultura positivistica, ha profondamente amputato la psicologia, depauperandola e depotenziandone la propria forza trasformatrice e necessita dunque oggi di essere re-integrato nella promozione della crescita umana.

 

Fiducia nella capacità endogena auto-curativa della natura umana

La fiducia nella possibilità di “riparazione” dell’essere umano all’interno di relazioni significative fa parte del patrimonio religioso, filosofico e scientifico del cammino dell’umanità e si ritrova oggi sorprendentemente validata dalle moderne scoperte neurofisiologiche sul funzionamento del sistema nervoso.

Da tale fiducia deriva una metodologia clinica non-direttiva, in quanto a “guidare” il percorso terapeutico non è “l’esperto” ma la “saggezza organismica” che costituzionalmente e incessantemente spinge verso l’attualizzazione del potenziale umano (Carl Rogers).

 

Importanza del confronto e sinergia tra differenti discipline della salute

Ogni sapere – anche il più consolidato ed articolato - altro non è che un singolo e parziale punto di vista che illumina la complessità della realtà umana - e fornisce una possibilità pratica d’intervento - da una singola parziale e limitata prospettiva.

Ne deriva un profondo bisogno di comunicazione, interscambio e sinergia reciproca tra le differenti discipline che si occupano di promuovere la salute dalle diverse prospettive (medici, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, allenatori sportivi, educatori, ordini religiosi, ecc…) e tra il mondo della psicologia ed altre discipline a vario titolo, direttamente o indirettamente, implicate nella promozione della salute.

 

STAFF

 

Riccardo Sardi de Letto

Psicologo Psicoterapeuta

Coordinatore Emotus iscritto all’Ordine degli Psicologi della Regione Lazio (iscrizione n. 12390 del 9 novembre 2004), si occupa di promozione del benessere, inteso come processo multidimensionale bio-psico-socio-esistenziale.

read more...

Simonetta Scudu

Psicologa Psicoterapeuta

iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Lazio (iscrizione n. 20970 del 15 Dicembre 2014), svolge attività di libera professione. Si è Laureata in Psicologia presso l’Università La Sapienza di Roma, discutendo una tesi...

read more...

Marco Salerno

Psicologo Psicoterapeuta

iscritto all’Ordine degli Psicologi della Regione Lazio (iscrizione n.12504). E’ laureato in psicologia clinica e di comunità presso l’università “La Sapienza” di Roma e si è specializzato in Psicoterapia Umanistica Integrata Individuale e...

read more...

Gabriella Lipford

Psicologa Psicoterapeuta

iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Lazio (iscrizione n. 10990 del 10 Aprile 2003). Si e' laureata presso l'Università di Roma La Sapienza nel 2000, specializzata in Analisi Bioenergetica presso la Società Italiana...

read more...